9 Dicembre 2022

Quadro clinico del varicocele: i sintomi e le conseguenze.

Varicocele: dolore e gonfiore

Il varicocele è un’abnorme dilatazione delle vene che drenano il sangue dal testicolo, le vene spermatiche del plesso pampiniforme. Si tratta di una patologia molto comune: circa il 15% della popolazione maschile ne è soggetta; la percentuale sale quasi al 40% se si considerano solo maschi con problemi di fertilità.

Per questioni puramente anatomiche si verifica molto più spesso sul lato sinistro. Molto più raramente il varicocele è bilaterale o a destra.

E’ una condizione patologica congenita dovuta ad una insufficienza delle valvole presenti nelle pareti delle vene spermatiche. Si verifica pertanto una dilatazione di queste vene che può risultare inizialmente asintomatica e solo palpabile. Successivamente il varicocele può diventare visibile e determinare un incremento volumetrico dell’emiscroto di sinistra (gonfiore o tumefazione).

Tra le varie conseguenze del varicocele non trattato possono rientrare:

Varicocele: sintomi e conseguenze

Il reale meccanismo con cui il varicocele può creare problemi di infertilità non è ben chiaro. Tra le varie ipotesi rientrano l’incremento di temperatura creato dalla dilatazione venosa, l’ipossia e il possibile reflusso venoso di metaboliti tossici.

Clicca sui tasti qui sotto per proseguire la lettura. Nella prossima pagina vediamo in dettaglio come si esegue la diagnosi e come si classifica il varicocele:

Usa questi link per condividere o stampare la pagina: