9 Dicembre 2022

Il Trattamento del varicocele: i possibili metodi correttivi.

I possibili trattamenti del varicocele si dividono in due categorie:

  1. procedure endovascolari sotto guida radiologica
  2. interventi chirurgici
Varicocele: tipi interventi di varicocelectomia

Tra i primi rientrano la scleroterapia e l’embolizzazione (anterograda e retrograda): si tratta di procedure eseguite direttamente dal radiologo che consentono di obliterare le vene ectasiche funicolari mediante un accesso vascolare. Gli effetti collaterali sono generalmente modesti ma risulta purtroppo elevata la percentuale di insuccesso e recidiva del varicocele.

La correzione chirurgica del varicocele (intervento di “varicocelectomia”) prevede invece la legatura diretta delle vene spermatiche. Queste vene decorrono dal testicolo fino ai grandi vasi retroperitoneali: le diverse tecniche di varicocelectomia si differenziano proprio dalla diversa “altezza” in cui vengono intercettate e legate le vene dilatate. Si distinguono:

E' stata proprosta anche una procedura laparoscopica per la correzione del varicocele. Viene poco utilizzata in quanto abbastanza indaginosa e notevolmente più costosa rispetto alle tecniche chirurgiche tradizionali.

L'intervento chirurgico con accesso sub-inguinale è quello dotato di maggiore efficacia e minore incidenza di recidiva. Il rischio di persistenza o recidiva del varicocele dopo legatura sub-inguinale risulta infatti inferiore al 2%, rispetto a circa il 5-10% della varicocelectomia inguinale e del 15-20% di quella retroperitoneale.

Usa questi link per condividere o stampare la pagina: